Sappiamo tutti che il modo migliore per fare progressi in qualsiasi ambito è la pratica. Ma quando si tratta di apprendere una lingua, il modo migliore di fare pratica è spesso tutto fuorché ovvio. Vorremmo suggerire una nuova modalità di praticare il vostro inglese scritto.
E’ divertente, moderna e molto efficace. Si chiama “blogging”.

Oggidì chiunque con un indirizzo di posta elettronica può velocemente e senza fatica avviare un blog, con l’aiuto di siti come WordPress.com e Blogger.com.

Il blog potrebbe essere privato, come se fosse un diario personale, una soluzione perfetta se non siete ancora sicurissimi di voler condividere ciò che scrivete. In alternativa, può essere reso pubblico e condiviso con tutto il mondo.

Ci sono moltissimi vantaggi nello scrivere un blog per praticare la scrittura, ma includiamo nella lista anche alcuni difetti, per aiutarvi a prendere una decisione informata.

Perchè il blog è meglio del diario

Il blog vi controlla l’ortografia, esattamente con un elaboratore di testo. E’ ottimo per un feedback immediato sull’ortografia. Se il blog è pubblico, ci sarà sempre chi lo legge e fa commenti o suggerisce correzioni. I vostri amici potrebbero aiutarvi a migliorare, specie se avete amici di madrelingua inglese.

Potreste aggiungere dei tag ai vostri post. E’ un ottimo modo per arricchire e fissare il vocabolario. Se avete creato un tag, potete cliccarci sopra per vedere tutti gli articoli in cui appare la parola. E’ una funzione che potreste usare anche per monitorare l’utilizzo di parole nuove nei vostri post.
Più vi divertirete, più aumenteranno gli articoli del blog. Meglio ancora, coinvolgete gli amici!
Mettetevi in contatto e condividete il blog con altri studenti d’inglese e la rete diventerà la vostra aula.
Non rinunciate però all’interazione con le persone anche dal vivo, per praticare l’inglese parlato.

Gli eventuali svantaggi:

Si corre il rischio di non parlare abbastanza e non scrivere mai a mano. Dovete stare anche attenti a non sviluppare dipendenza dal correttore ortografico.
Fate attenzione anche alle informazioni che condividete in rete. Questo significa prima di tutto evitare di menzionare nomi di persone o identificare in alcun qualsiasi altro modo, quando parlate di avvenimenti reali.
C’è anche il rischio di passare talmente tanto tempo a curare il blog da sviluppare la sindrome del tunnel carpale!
Qualsiasi modalità di scrittura scegliate: un nuovo blog al passo con la tecnologia, o il tradizionale diario scritto a carta e penna, ricordatevi che la cosa più importante è la costante pratica. Solo la pratica regolare vi permetterà di passare dal livello attuale a quello che potreste raggiungere.


Live-English.net ha sviluppato un corso di scrittura inglese per aiutarvi a migliorare l’inglese scritto velocemente e con ottimi risultati.

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *